Senza categoria

IMPORTANZA DELLA CULTURA FINANZIARIA

IMPORTANZA DELLA CULTURA FINANZIARIA


Investire nella scuola/5: la consulenza necessaria sugli immobili degli italianidi Marco Liera (*) – 09/02/2014La raccolta netta delle reti dei promotori finanziari associate ad Assoreti a fine novembre si avvicinava ai 15 miliardi di euro (12 miliardi di euro nell’intero 2012). In un Paese in crisi e che risparmia sempre meno, il dato è un po’ controintuitivo. Credo che sia il risultato di un processo di riallocazione dei risparmi, prevalentemente dai depositi bancari ai fondi comuni, fenomeno che risponde a condivisibili obiettivi di finalizzazione delle risorse delle famiglie. Con oltre mille miliardi di depositi attribuibili alle famiglie, il citato processo dovrebbe ancora avere margini di espansione, sia pure in un settore molto affollato. Dal momento che nella vita e negli affari è buona abitudine diversificare le fonti del proprio benessere, occorre coltivare un altro fondamentale bacino di raccolta. Mi riferisco all’enorme patrimonio di immobili diversi dalla prima casa di proprietà delle famiglie italiane, che rielaborando i dati della Banca d’Italia stimo vicino a 1.400 miliardi di euro. Un numero colossale, ben superiore all’intero risparmio gestito, del quale le famiglie italiane cominciano finalmente ad avvertire la vera rischiosità e inefficienza, complice la congiuntura, l’Imu, e così via. Allo scopo, il consulente finanziario professionale dovrebbe avere competenze specifiche (comportamentali, tecniche e comunicazionali) in merito alla condivisione con il cliente delle problematiche relative al suo patrimonio immobiliare, con evidenti benefici per la conoscenza dello stesso e per l’incremento del portafoglio. L’interesse è notevole, e lo testimonia la positiva esperienza che negli ultimi due anni ha avuto il corso di formazione Real Estate Wealth Management che YouInvest ha già erogato a qualificate organizzazioni della consulenza. Il corso è tenuto da Ezio Bruna, docente al Politecnico di Torino, con notevole esperienza sul campo e in aula, in grado di ampliare la formazione anche al tema strettamente collegato del passaggio generazionale (family business)